Scambiano tumore per abusi: bambina muore

Il calvario della piccola Miriam inizia il 9 aprile 1989.  E’ domenica. Nel piccolo appartamento di Limbiate dove vive con la moglie Maria Capa e la figlioletta, Lanfranco Schillaci, tranquillo professore di matematica, festeggia i suoi 34 anni. Miriam però non è vivace come al solito. Ha la febbre alta. E i genitori, entrambi insegnanti, preoccupati, la portano all’ospedale di Garbagnate. La mattina, dopo un consulto, viene trasferita a Milano….E’ lunedì. Per Schillaci è l’inizio di un incubo. Dieci giorni dopo, aprendo i giornali, Lanfranco Schillaci, professore di matematica in un istituto tecnico, scoprirà perché sua figlia è da 10 giorni in quel letto d’ospedale…Violenza sessuale su una bimba di 2 anni. Terribile sospetto, il padre avrebbe abusato di lei.

I giornali sparano in prima pagina: <Una bimba di due anni violentata dal padre>. Cosa è successo? Sintetizzando in poche righe un calvario che in due mesi ha distrutto la reputazione di un uomo e la pace di una famiglia. E’ successo che troppi medici, troppi magistrati, troppi giornalisti non hanno avuto dubbi…

Il 23 aprile 1989 il suo nome finì su tutti i giornali con l’accusa di avere abusato della figlia di appena due anni. La prova contraria arrivò il 5 maggio: le analisi stabilirono che la piccola aveva un tumore a causa del quale sarebbe poi morta l’anno dopo.

Schillaci accettò di riparlare della vicenda in un paio di interviste, ad «Avvenire» e a «Sette», il settimanale del «Corriere della Sera», nel 1994: «Ho perdonato tutti. Mi sono rifatto una vita – spiegò –. Anche se oggi dico: per fortuna che in quei momenti non avevo in mano un kalashnikov». E i giornali? «L’errore che hanno fatto con me – rispose Schillaci – non ha cambiato niente, non ha insegnato nulla ai giornalisti. Vedo, leggo che continuano a sbagliare, alla ricerca di facili notizie». «Certe volte mi chiedo – aggiunse l’insegnante – se devo ringraziare il Padreterno perché mia figlia è morta: se fosse ancora viva a quest’ora io sarei in galera con una terribile infamia».

Partiamo da uno dei tanti titoli. Il Giorno a tutta pagina: <Stroncata da un tumore la piccola di cui il padre fu accusato di stupro. Miriam, dell’ingiustizia. La bimba di tre anni di Limbiate è morta in Sicilia. Finisce così con una triste storia di errori umani, medici, giudiziari, giornalistici: il tremendo sospetto sbandierato con quasi certezza, l’archiviazione e la diagnosi tardiva>.

I medici hanno ripetutamente sbagliato. Quando la piccola è entrata nell’ospedale di Garbagnate e dopo il ricovero alla chirurgia pediatrica del Niguarda. Nel primo nosocomio non si sono resi conto della ragione dell’eritema e delle lesioni alla mucosa e peggio ancora hanno fatto una duplice esplorazione rettale che ha aggravato la situazione. Al Niguarda, di fronte alle lesioni, non hanno avuto dubbi sulla violenza carnale, avvertendo subito l’autorità giudiziaria>.

Scriveva, su Il Giorno, del 5 giugno 1990, Laura Accordino, da Limbiate (Milano), ricostruendo l’incredibile storia: <La morte è stata l’unica a portarle rispetto. Miriam Schillaci, 3 anni, è morta sabato mattina, nella casa dei nonni paterni, in Sicilia, stroncata da un tumore che era stato scambiato per uno stupro del quale era stato sospettato ed accusato, ingiustamente, il padre. E’ una storia di errori: medici, giudiziari, giornalistici.

La perizia medico legale non lascia dubbi. Non c’è stato violenza, non sono stati i genitori, il padre, a procurarle le lesioni. Passano mesi prima che il caso venga archiviato…Ma la serenità ritrovata dura poco. Gli Schillaci, in cerca di pace, si trasferiscono a Piazza Armerina, in provincia di Enna, dai genitori di Lanfranco. E portano la figlia al Santa Marta di Catania perché non sta ancora bene. Radiografie, ecografie, tac. E infine la diagnosi: teratoma congenito. Il tumore viene asportato ma è maligno. Sabato mattina l’epilogo. La morte.

 

da http://www.truciolisavonesi.it/articoli/numero136/bruni2.htm

http://www.toscanaoggi.it/Toscana/Delitti-e-informazione-3-Padri-violenti-e-serial-killer-la-galleria-degli-errori

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-58c37a87-322c-4af5-bcd5-7b55d65ec63a.html

Number of View :3368
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.