Educatrice lesbica e pedofila condannata a 8 anni per abusi su bambina disabile

Condannata a otto anni di reclusione pere violenza sessuale aggravata.

È stata emessa ieri la sentenza contro la neuro-psicomotricista, accusata di aver abusato di una bambina di otto anni.

Per la donna, 29enne, il pm Vincenzo Nicolini aveva chiesto 10 anni di reclusione basandosi sulla testimonianza della piccola, portatrice di handicap fisico e mentale. Tutto ebbe inizio quattro anni fa quando la bambina seguiva un programma presso l’Unità Operativa di Neuro-Psichiatria per l’Infanzia e l’Adolescenza (Uonpia) dell’ospedale San Gerardo.

La giovane paziente, seguita dall’imputata, dopo qualche mese confidò ai genitori aver ricevuto particolari attenzioni durante la terapia. I genitori presentarono immediatamente denuncia alla Procura di Monza, accusando la donna di aver palpeggiato la figlia, un comportamento che basta ad a integrare il reato previsto dall’articolo 609 bis del codice penale, che disciplina il reato di violenza sessuale.

Il processo, celebrato a porte chiuse, è durato due anni. Nonostante la neuro-psicomotricista si sia sempre dichiarata innocente, ieri è arrivata la condanna.

http://www.mblive.it/2011/12/15/monza-condanna-di-8-anni-per-abusi-su-una-disabile/

http://www.ilgiorno.it/monza/cronaca/2011/12/15/637914-molestie_bimba.shtml

 

Number of View :4045 Share
Questa voce è stata pubblicata in Documenti. Contrassegna il permalink.