Le donne guadagnano di meno perché preferiscono le facoltà letterarie a quelle scientifiche

Perché le donne in media guadagnano di meno degli uomini?

La risposta arriva dallo studio “Il gap salariale nella transizione tra scuola e lavoro”, pubblicato dalla Fondazione Rodolfo Debenedetti che verrà presentato nella Conferenza europea “Le diverse dimensioni della discriminazione” in calendario a Trani per il 9 giugno.

Le donne guadagnano di meno perché al momento della scelta della facoltà, si orientano verso studi umanistico-letterari destinati a condurle verso professioni scarsamente retribuite.

Addirittura in America esistono “facoltà di studi femministi” che sul mercato del lavoro hanno valore pari a quello della laurea in Albania del Trota.  Facoltà sovvenzionate a fondo perduto nelle quali viene insegnato a odiare gli uomini utilizzando false statistiche dell’odio.

Con costanza sorprendente le donne rifuggono dalle facoltà legate a lavori a più alto reddito. Lo studio le indica con chiarezza: medicina, ingegneria, economia, matematica. Medicina a parte (dove le quote femminili e maschili si eguagliano) le facoltà più “redditizie” sono state scelte dal 65 per cento dei ragazzi del campione e da solo il 20 per cento delle ragazze. Gli indirizzi legati alle professioni peggio remunerate (Scienze dell’educazione, Scienze umanistiche, Architettura e design) sono stati invece scelti dal 35 per cento delle femmine e dal 10 per cento dei maschi.

Si veda:

http://www.frdb.org/language/ita/topic/highlights/scheda/conferenza-unexplored-dimensions-of-discrimination

http://www.repubblica.it/economia/2012/06/04/news/stipendi_donne-36503746/

Letto:3130
Questa voce è stata pubblicata in gap salariale e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Le donne guadagnano di meno perché preferiscono le facoltà letterarie a quelle scientifiche

  1. franz scrive:

    però anche quando la donna gadagna uguale , se non di piu , dell’accompagnatore, al ristorante dà per scontato che paghi lui.

I commenti sono chiusi.