A cena con la femminista

“Tumblr of feminist violence” — J. Snyder

Ieri sera un’amica (normale) mi aveva invitato a casa sua per vedere un film, e quando arrivai c’era una sua amica (dopo mi dirà che non la aveva invitata):  una femminista lesbica che mi odia senza alcuna ragione (a parte quella che io sono un uomo).

Di solito inizia ad attaccarmi accusandomi di essere sessista quando tutti dicono che non è vero.   Ieri sera andava tutto tranquillo, fino a quando la mia amica andò in cucina e ci chiese se volevamo qualcosa da magiare o bere.  La femminista rispose che voleva bere, ed io chiesi se potevo avere un panino.

La lesbo-femminista iniziò ad urlarmi come potevo volere una cosa del genere (un panino!?) e iniziò a urlare come gli uomini opprimono le donne bla bla bla.  Poi passò a dire quante donne vengono uccise dai mariti e dai partners (disse una su 3!?) e quando mi misi a ridere si arrabbiò.  Provai a dirle che volevo solo un panino.

Durante la sua menata, la mia amica cercava di dirle di smetterla, alla fine capì e se ne andò.  Passando mi spinse contro il muro più forte che poteva: non mi sono fatto nulla ma se un uomo lo avesse fatto ad una donna sarebbe stato arrestato.

Fonte: http://answers.yahoo.com/question/index?qid=20090620214104AAU4w9X

 

 

Letto: 1731