La “sottrazione coatta di minori e i falsi abusi” sono all’ordine del giorno: non permettere che capiti anche a te


Ho avuto i mezzi ed il tempo necessario per documentarmi ed accertarmi, seguendo la logica della ragionevole convinzione, che le leggi non vadano ignorate anche se spesso non se ne comprende l’applicazione.

Sono circa 38.000 gli assistenti sociali che operano sul territorio italiano, un esercito di professionisti a disposizione del servizio pubblico e privato, ma nemmeno uno/a destinato alle forze del ordine che intervengono spesso impreparate, non per loro colpa, a dispute e liti familiari sempre crescenti. Credo sia lì, in quelle liti e in quegli interventi delle “esterni”, che si crea la la vera violenza nei confronti di un minore, compresa la perdita di credibilità di un buon padre, verso il resto della collettivita’ ma soprattutto verso il proprio figlio che si accorge della impotenza del proprio genitore.

Il tribunale dei minori, le procure, gli assistenti sociali preposti ed il legislatore debbono al più’ presto rendersi conto che noi papa’ non veniamo formati in nessuna scuola e che comunque passiamo la nostra vita a cercare di educare i nostri figli dando il massimo di noi stessi nella speranza di tramandare tutto ciò che di meglio abbiamo imparato da questa società sempre piu confusa e disordinata, dove tutto (loro compresi) ruota attorno al pregiudizio di persone incompetenti ed irresponsabili che valutano quotidianamente la nostra “idoneita’ genitoriale” calpestando senza alcun rispetto i nostri diritti e quelli dei nostri figli.

I “ centri antiviolenza” a mio avviso sono un mezzo illegale e pericoloso, dove vengono raccolte spesso dichiarazioni di presunta violenza sulle donne e su i minori che,  senza la dovuta attenzione e con molto pregiudizio si imposessano della nostra famiglia e del nostro futuro.

Sara mio dovere divulgare e far conoscenza a tutti quei papa’ o uomini futuri il grande “orrore”ed il grave danno subito da tutte le famiglie coinvolte in questo vortice di negligenza legislativa del sistema giudiziario italiano.

In sintesi se la tua compagna o moglie che sia decide che tu debba pagarla cara, sappi che ne ha tutti i mezzi e che tu non troverai nessuno pronto ad ascoltarti; ma sopratutto cercherai di capire invano.

La “sottrazione coatta di minori e i falsi abusi” sono all’ ordine del giorno non permettere che capiti anche a te.

Andrea M.

This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.