Archive for 26 giugno 2012

Eliminare i bambini maschi: nazi-femminismo sul Corriere

26 giugno 2012

Forum femministi discutevano di come “sterminare totalmente i maschi”, anche facendo morire di fame i bambini maschi.   Sul blog femminista “la 27aora” mantenuto dal principale quotidiano italiano: il Corriere della Sera è stato pubblicato il seguente commento nazi-femminista:

Immaginate lo stesso commento diretto contro gli ebrei… “dopo qualche decennio, morti tutti gli ebrei, rimangono solo gli ariani”.

QUESTO È NAZI-FEMMINISMO

In tale blog femminista i commenti dei lettori vengono moderati, e persone che smentiscono le falsità anti-uomo del femminismo lamentano che i loro commenti non vengono pubblicati.

Il tutto in un articolo che voleva essere contro la violenza, ma solo la violenza sulle donne.  Addirittura viene citata una avvocata femminista americana che, venendo pagata dall’ONU, lancia deliranti accuse contro l’Italia:

“Femmicidio e femminicidio sono crimini di Stato tollerati dalle pubbliche istituzioni … miglioramento della condizione di vita delle donne e delle bambine”

Come se uomini e bambini avessero meno diritti umani delle donne e delle bambine.

Come se l’uccisione di una donna (femmicidio) fosse un crimine più grave dell’omicidio.

Come se lo Stato italiano tollerasse l’omicidio.

La realtà è che l’Italia è uno dei paesi al mondo più sicuri per le donne: il tasso di omicidi di donne è di 5 per milione per anno.

Meno che in Svezia, Francia, Germania: eppure la femminista attacca l’Italia.

6 volte meno che negli USA: eppure la femminista americana attacca l’Italia.

Tale attacco viene usato per portare avanti l’agenda femminista: “finanziare centri antiviolenza” e levare i bambini ai papà.  Infatti la frase “ulteriore violenza perpetuata contro le donne è il regime dell’affidamento condiviso in seguito alla dissoluzione del matrimonio” viene attribuita alla femminista dell’ONU.

L’ONU ed il Corriere della Sera hanno un solo modo di tutelare la propria credibilità.

 

Nazi-femminismo nell’ONU: la denuncia da Israele

26 giugno 2012

 

Una organizzazione israeliana per i diritti umani, The Coalition for Children & Family, in un documento dal titolo “Disumanizzare l’uomo è essenziale per la rivoluzione feminazi” ha chiesto l’impeachment e la rimozione di una delegata CEDAW (che “promuove il femminismo radicale, secondo il parere di numerosi stati ed organizzazioni non governative” — citazione da wikipedia).

Nel documento si legge:

«Usa il prestigio della carica ONU per continuare la sua brutale azione contro gli uomini ed i bambini di Israele […]

lavora per ridicolizzare gli uomini, perpetuare stereotipi sessisti, privare i bambini dei loro papà, ridurre i papà a visitatori un’ora a settimana […] è una delle più vocali oppositrici dell’affido condiviso.  Attivamente invita ad  usare i bambini per estorcere denaro dai padri. […] Non ha problemi ad invitare le donne ad impedire i contatti con i papà come ricatto per ottenere più mantenimenti.  Sostiene che il matrimonio è oppressione contro le donne che devono divorziare per “ottenere potere” e godere dei mantenimenti degli ex. […]

Ha passato la linea che demarca l’eliminare le discriminazioni contro le donne e lo scatenare una guerra per eliminare gli uomini. […]  Incoraggia le donne a fare false accuse di violenza domestica.

Il CEDAW deve servire a raggiungere l’eguaglianza, o essere usato come piattaforma per imporre il femminismo radicale? […]

Per il bene di decine di migliaia di bambini privati dei loro papà — che questa femminista conta come “vittorie” — vi chiediamo di porre termine al suo incarico»

 

Fonte: THE BROTHERHOOD.  Israel fights its feminazis.  (Montreal Chapter).

http://horimisrael.wordpress.com/tag/ruth-halperin-kaddari-israels-no-1-sado-feminazi-bitch/