Archive for 13 novembre 2010

Diario segreto di una nazi-femminista

13 novembre 2010

Un uomo è stato riconosciuto innocente e risarcito per 5 anni di carcere quando il diaro segreto della misandrica che lo aveva fatto incarcerare per stupro con la sua sola parola è finito su internet ed all’attenzione dei giudici [Fonte]:

«Mi sento un po’in colpa per averlo fatto incarcerare, ma la sua mancanza di rispetto per le donne è terribile.  Ricordo quanto poco ci rispettava… pensa che le donne siano oggetti sessuali. È un tale imbroglione. Voleva Holly e me mentre era fidanzato.  L’ho accusato perchè era la goccia che ha fatto traboccare il vaso.  E perchè ho sempre voluto qualcosa di forte nella mia vita.  Altrimenti mi annoio.  Bisogna cambiare, sono stanca di uomini che si approfittano di me… e di me che gliela do.  Non sono una ninfomane come tutti pensano.  Non sono abbastanza forte da dire di no.  Sono stanca di essere una puttana. Basta.

Ieri sono andata da due avvocate per denunciarlo civilmente.  So che è sbagliato, ma che altro posso fare? Normalmente non sono una persona cattiva, ma mi ha fatto arrabbiare.  Se sono vendicativa, peggio per lui.  Probabilmente mi sentirò in colpa, un giorno.

Parlando di soldi, lo denuncio. Ho bisogno disperato di soldi. La mia coscienza mi ha impedito di farlo, ma devo pagare un debito e farò quello che serve

Cinque anni di galera.

Una persona è stata umiliata e sequestrata in carcere, ha perso il lavoro, gli studi, una carriera nello sport. La nazi-femminista non ha ricevuto nessuna punizione. La società, preparata ad affrontare la violenza incarcerando un uomo sulla sola base della parola di una puttana, sta solo ora sviluppando gli anti-corpi per i reati nazi-femministi.

La violenza di genere è la calunnia femminista.