Donna uccide la madre sfondandole il cranio col rastrello

L’anziana, ottantaquattrenne, è stata aggredita dalla figlia affetta da problemi psichici mentre era nell’orto di casa

Ha ucciso l’anziana madre facendola cadere a terra e poi sfondandole il cranio a colpi di rastrello. E’ stata questa la fine orribile di Vincenza Ciappa, 84 anni nell’orto della sua casa in contrada Menta, a Gangi, piccolo centro delle Madonie in provincia di Palermo. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti la figlia Maria Naselli, affetta da problemi psichici, oggi pomeriggio l’avrebbe aggredita facendola prima cadere a terra con un bastone e poi uccidendola a colpi di rastrello sul cranio.

Sarebbe stata la stessa omicida a dare l’allarme ai vicini, che hanno chiamato i carabinieri. La donna, 56 anni, era stata da poco dimessa da una comunità per disagiati psichici ed era tornata a vivere nella casa materna, dove abitava insieme col fratello. Al momento dell’omicidio il fratello era fuori casa per lavoro. Sul posto il magistrato di turno della Procura di Termini Imerese, Bruno Brucoli, sta cercando di chiarire la dinamica del delitto insieme ai carabinieri.

 

http://palermo.repubblica.it/cronaca/2011/12/05/news/gangi_donna_uccide_la_madre_sfondandole_il_cranio_col_rastrello-26138835/

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Comments are closed.