Malcom, meccanico

Il giorno che uscii di casa, mia moglie mi disse che mi avrebbe impedito di vedere nostra figlia, ma credevo stesse scherzando.  Invece ha messo in pratica ogni parola.

Passarono mesi prima che potessi rivedere nostra figlia, e solo dopo che numerose udienze e servizi sociali stabilirono che ero un padre adeguato.

Nel frattempo mia madre si ammalò di un male incurabile.  Nonostante le preghiere del mio avvocato, mamma morì senza poter riabbracciare sua nipote.

Alla fine mi diedero 5 pietose ore bi-settimanalai con mia figlia, ma la ex moglie spesso all’ultimo minuto comunicava che la bambina era malata.

Negli ultimi tre anni ho visto la mia piccolina per due settimane.  Sono stato più di 50 volte in Tribunale per far sì che le sentenze fossero fatte rispettare.   Quando riesco a vedere la mia bambina, ogni minuto è così prezioso e mi si spezza il cuore quando è ora di tornare a casa.

Da: Veri Padri Per la Giustizia.

Comments are closed.