on 6 gennaio 2012 by news in Senza categoria, Comments (0)

Il Libano dice no alle leggi femministe

“La legge non aveva lo scopo di migliorare la situazione delle donne, ma piuttosto di distruggere la famiglia similmente a quanto accaduto nei paesi occidentali” dice Dar Al-Fatwa, la più alta autorità religiosa sunnita del Libano.

Bocciata la norma sullo “stupro coniugale”, legge che nei paesi occidentali si è rivelata essere calunniogena, dando luogo a processi femministi nei quali una moglie può accusare il marito senza alcuna prova, con arricchimento delle avvocate femministe pari solo alla devastazione per i figli della coppia e per la credibilità del sistema giudiziario, che rischia di diventare complice di veri e propri abusi sull’infanzia.

Il Libano, moderno paese a maggioranza mussulmana, già possiede leggi contro ogni forma di violenza,valide indipendentemente dal sesso della vittima.

 

Number of View :809

Nessun commento

Leave a comment

XHTML: Allowed tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>