on 19 luglio 2010 by Lorella in Primo Piano, Comments (0)

Coppie omosex: se il “mostro” è donna nessuno ne parla!

Un’indagine del Centro di Toronto rileva che il 66% delle donne (125 su 189 intervistate) ha sentito parlare di lesbiche abusate dalla loro partner e che 37 soggetti, fra i 189 intervistati, ritiene di aver subito abusi dalla propria compagna, soprattutto di tipo psicologico. Tra i casi in esame, 20 hanno riferito abusi fisici e psicologici e 4 hanno subito aggressioni a sfondo sessuale nella coppia.”

Un problema nascosto?

A differenza di quanto accade per le relazioni eterosessuali, il problema della violenza domestica è ancora ampiamente sottovalutato nella comunità omosessuale. Le statistiche relative al problema della violenza domestica nelle coppie formate da partner dello stesso sesso sono ovviamente difficili da reperire, sebbene alcuni autori (Berger, 1990; Bell & Weinberg, 1978)  ipotizzino che l’incidenza di episodi di violenza domestica possa essere maggiore in queste che nelle coppie eterosessuali, a causa di ‘stressors’ peculiari, come la mancanza di supporto da parte delle famiglie di origine o lo stress dovuto al ‘nascondersi’.

Relf (2002), che ha condotto la più sistematica indagine sull’argomento, afferma che, tra gli uomini coinvolti in una relazione omosessuale, uno su cinque subisce violenza dal partner.”

http://www.salutegay.it/pazienti/dati_e_ricerche/questioni_critiche/violenza_domestica.htm

Come si vedrà nel link qui riportato, gli studi all’estero hanno già una loro consistenza:

http://www.lesbianinformationservice.org/battabs.htm

In Italia, invece, proliferano i siti contro la violenza maschile ma, curiosamente?, esponenti della comunità lesbica e omosessuale come l’on. Concia, si disinteressano completamente del fenomeno: fenomeno che dovrebbe essere affettivamente ed emotivamente molto vicino alla loro quotidiana attenzione.

Le persone fustigatrici della violenza (ad esempio quelle dei gruppi femministi più estremi) sono dunque le prime a chiudere gli occhi quando si tratta di guardare alla propria “comunità” ?

“La violenza in coppie LGBT

Nonostante sia difficile parlarne, sia per pregiudizi che per falsi miti nella popolazione, secondo il National Organization of Anti-Violence Programs le violenze tra coppie lesbiche o omosessuali sono quantificabili nello stesso numero delle coppie eterosessuali. ”

http://www.nontogliermiilsorriso.org/forum/viewtopic.php?f=8&t=893

“A Toronto è attivo un Centro di Consulenza per le lesbiche e i gay. I consulenti di questo Centro, non senza sorpresa, hanno cominciato a ricevere un numero sempre maggiore di donne che denunciavano casi di violenza, sperimentati all’interno delle loro relazioni omosessuali, tanto che si è reso necessario costituire dei gruppi di sostegno per lesbiche abusate dalle loro partner.

Il Centro, per valutare l’entità del problema, ha distribuito 550 questionari a donne lesbiche, ottenendo 189 risposte. Le domande riguardavano eventuali maltrattamenti subiti all’interno della relazione lesbica, i tipi di violenza a cui le donne erano state esposte, le reazioni della comunità, i servizi ai quali esse avevano potuto accedere, ecc. Questa indagine, che tuttavia non riguarda un campione rappresentativo della popolazione, ha rilevato che il 30% dei soggetti intervistati ritiene che l’omofobia e isolamento sociale nel quale le coppie lesbiche vivono, siano fattori capaci di alimentare la violenza domestica. Ad esempio, paura e rabbia possono essere indirizzate a torto nei confronti di una partner che può rappresentare alcuni aspetti misogini della cultura eterosessuale. Anche le donne infatti possono essere cresciute in famiglie maltrattanti, con modelli genitoriali violenti ed anche le donne possono avere delle concezioni razziste nei confronti di altre donne o avere sete di potere così come il desiderio di una posizione dominante nella loro relazione di coppia.

Esempi di violenza e di abuso segnalati dal Centro di Toronto sulla violenza domestica nella coppia lesbica: pestaggi, punzonatura, calci, schiaffi, strangolamento, morsi, ustioni, spinte, lancio di oggetti, limitazione del cibo o del sonno, limitazione della libertà della partner o della mobilità, nel caso di una partner disabile; controllo finanziario, furto di denaro, distruzione di beni o effetti personali. Maltrattamenti psicologici riportati: critiche eccessive e ripetute, umiliazione e atti di sfida, insulti, espressioni di disprezzo, maltrattamento di animali domestici, ecc. Esistono poi degli abusi sessuali veri e propri: rapporti sessuali forzati, aggressioni sessuali, ecc.

L’indagine del Centro di Toronto rileva che il 66% delle donne (125 su 189 intervistate) ha sentito parlare di lesbiche abusate dalla loro partner e che 37 soggetti, fra i 189 intervistati, ritiene di aver subito abusi dalla propria compagna, soprattutto di tipo psicologico. Tra i casi in pills online esame, 20 hanno riferito abusi fisici e psicologici e 4 hanno subito aggressioni a sfondo sessuale nella coppia.”

http://www.psicolinea.it/d_e/coppia_lesbica.htm

“Domestic abuse occurs in approximately 30 to 40% of GLBT relationships, which is the same percentage of violence that occurs in straight relationships. It is a myth that same-sex couples don’t batter each other, or if they do; they are just “fighting” or it is “mutual abuse”. ”

http://www.rainbowdomesticviolence.itgo.com/

SORGE QUINDI SPONTANEA UNA DOMANDA:

LE DONNE VITTIME DI VIOLENZA LESBICA NON HANNO DIRITTO ALLA TUTELA?

http://www.lesbianinformationservice.org/battabs.htm

Number of View :978

Nessun commento

Leave a comment

XHTML: Allowed tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>