on 21 Dicembre 2012 by Lorella in Archivio, Primo Piano, Comments (6)

Ma chi ascolta il dolore dei bambini? di Gian Ettore Gassani

Il presidente dell’Associazione Matrimonialisti Italiani rivede dopo un decennio un bambino che contribuì a salvare da una madre pedo-calunniatrice e dai suoi abusologi. Oggi è un ragazzo di 20 anni e…

IL DOLORE DI TANTI BAMBINI

 

 

Qualche giorno fa un ragazzo mi ha salutato mentre stavo per strada, nei pressi del mio studio.

Ho risposto al saluto e gli ho chiesto chi fosse.

Sono Fabio S., il figlio di Elena K. e Giovanni S., si ricorda di me?”.

Ho capito subito. Dieci anni fa Fabio aveva 9 anni. Io difendevo suo padre in un’ aspra causa di separazione giudiziale. Una causa terribile, fatta di colpi bassi, caratterizzata da un conflitto irrimediabile.

Questo bambino era diventato il pomo della discordia dei suoi genitori.

Ricordo che il mio cliente, suo padre,  era stato accusato di pedofilia e violenze fisiche in danno del figlio.

Furono disposte, dunque, numerose indagini, sia in sede penale che minorile, e poi una serie di perizie terrificanti.

T utto finì in una bolla di sapone. Furono esclusi episodi di abuso sessuale commessi dal padre (così come accade nell’80-90% dei casi). Ma dovettero trascorrere  due anni prima che Fabio potesse tornare a frequentare suo padre in una situazione di normalità.

Al piccolo era stato fatto il lavaggio del cervello. Era stato  ignobilmente istruito per distruggere suo padre. Ma il tentativo di plagio fallì miseramente tanto che, nel corso delle perizie, il bambino reclamava la figura del papà, lo stesso papà che avrebbe dovuto uccidere, almeno moralmente, nel modo peggiore, mediante la più infamante delle accuse.

Tutto finì come doveva finire. Ma Fabio rimase traumatizzato da tale angosciante esperienza.

Una vicenda, questa, che ha lasciato il segno anche a me.

Sua madre fu denunciata e condannata per calunnia poiché fu provato in giudizio che costei aveva deliberatamente accusato il marito, sapendolo innocente, nel proposito di annullarlo sul piano genitoriale.

In questa squallida vicenda si erano inseriti i familiari della sciagurata, un “avvocato” e uno di quegli psicologi da strapazzo (ce ne sono abbastanza in giro) che vedono abusi ovunque.

Rivedere Fabio, ormai quasi ventenne, alto quasi due metri,  con un sorriso smagliante, è stato bello.

Come stai?” , gli ho chiesto.

Bene avvocato, sono iscritto alla Facoltà di Giurisprudenza, vorrei occuparmi anch’io di diritto di famiglia”.

Complimenti Fabio, che Dio ti benedica. Papà come sta?”.

Papà è morto due anni fa, ora vivo con i nonni materni. E’ stato lui a convincermi a fare l’avvocato di famiglia.  Voleva che difendessi i bambini”.

Mi dispiace tanto. Tuo padre era una persona giusta, un uomo forte, un esempio di amore paterno”.

Lo so caro avvocato, mi manca tanto”.

Ci siamo salutati con una stretta di mano forte. Me ne sono tornato allo studio con un nodo in gola ma felice per essere stato anche io l’artefice , a suo tempo, della salvezza di un bambino dalla più grande delle tragedie, quella di perdere dalla sua vita un genitore innocente.

Fabio è un ragazzo forte.

Ma quanti, ogni giorno, sono lasciati soli al loro destino.

Quanti sono solo merce di scambio o pacchi postali?

Quanti saranno chiamati ad accusare o scegliere un genitore?

Ma chi ascolta il dolore dei bambini?

Gian Ettore Gassani – Presidente Nazionale AMI

[Fonte http://www.ami-avvocati.it/leggi_articolo.asp?id_articolo=725 (scritto il 26/10/2009 – 15.24.52) ]

Number of View :624

Morsi e botte ai figli. Due anni e 8 mesi alla mamma affidataria.

on 28 Novembre 2012 by news in Archivio, Primo Piano, Comments (0)

Quarantenne condannata a 2 anni e 8 mesi: vita d’inferno fino a quando uno di loro si è rivolto a “Telefono Azzurro” Maltrattava i figli rendendo la loro vita un inferno di terrore. Farà appena 2 anni e 8 mesi di reclusione. Protagonista della drammatica vicenda una quarantenne padovana, ora residente nel Vicentino, condannata a […]

Leggi tutto...

Fermiamo la violenza femminista, stop alla propaganda terroristica di dati falsi e mistificati

on 25 Novembre 2012 by SilvioA in Archivio, Comments (1)

Il coraggioso comunicato stampa di Elvia Ficarra, Responsabile Osservatorio Famiglie Separate – GESEF. “Con la presente intendiamo attuare un’informazione di contrasto alla propaganda mistificatoria  inerente la violenza sulle donne. Evidenziando falsità e manipolazione dei relativi dati statistici, diffusi in maniera sproporzionatamente ridicola – senza alcun riscontro – da parte di Ministri, esponenti parlamentari e sedicenti […]

Leggi tutto...

La Polizia del Pensiero arresta un blogger canadese?

on 17 Novembre 2012 by news in Senza categoria, Comments (1)

Jean-Claude Rochefort, 61enne autore di un blog anti-femminista, nel 2009 fu arrestato con l’accusa di incitamento all’odio.    Nel 2010 la giudice Hélène Morin deliberò che questa accusa non poteva essere sostenuta, ma rifiutò di concedere la libertà a Rochefort, anche su cauzione. Non si capisce cosa sia accaduto in seguito né di cosa l’uomo […]

Leggi tutto...

La parola agli esperti: ecco perché la bigenitorialità ha bisogno del mantenimento diretto

on 1 Novembre 2012 by news in Archivio, Primo Piano, Comments (1)

C’è un gran parlare rispetto ad alcuni istituti previsti per legge e da anni pervicacemente disapplicati nei tribunali italiani. Gli avvocati si affannano in un bla bla bla continuo nello strenuo tentativo di mantenere ancora disapplicata una legge dello Stato che, evidentemente, a loro non piace. Ma cosa ne sa un avvocato delle ripercussioni che […]

Leggi tutto...

Ecco perché televisione e giornali ci “nascondono” i crimini femminili!

on 28 Ottobre 2012 by Lorella in Archivio, Comments (1)

LA CENSURA DERIVA DALLA MOZIONE “SALVA DONNE” 1) Sconvolgente la notizia del filmato: che 4 senatrici abbiano proposto una legge per vietare ai giornali di scrivere delle violenze materne. Ho verificato che le prime 3 appartengono all’estrema sinistra, ma la 4a sta in un partito oggi al governo. 2) Secondo le senatrici comuniste occorre “tutelare […]

Leggi tutto...

Scelta separazione: modalita’ corrette di comunicazione ai figli

on by Lorella in Archivio, Primo Piano, Comments (0)

Qual´è il modo più corretto per comunicare ai figli la separazione Intervista alla dr.ssa Angelica Vetrano*. Come deve avvenire la comunicazione dell’intenzione di separarsi ai nostri figli, soprattutto se piccoli ? A spiegarcelo una psicologa, medicine online without prescription Angelica Vetrano, dell’Accademia Palermitana di Psicologia Integrata. È bene comunicare la decisione di separarsi ai figli?  Sì, i […]

Leggi tutto...

I conti del femminismo americano: 100 miliardi di dollari nel 2006. Per fatherless e politiche sociali di “recupero”.

on 26 Ottobre 2012 by Lorella in Archivio, Primo Piano, Comments (0)

Discorso di BARACK OBAMA a Chicago, domenica 15 Giugno 2008 durante il Fathers Day (festa del papà) in campagna elettorale, uno dei suoi cavalli di battaglia: la paternità responsabile. Share on FacebookNumber of View :532

Leggi tutto...

Calunnia femminista e razzista contro gli uomini afro-americani

on 25 Ottobre 2012 by Anna in Senza categoria, Comments (0)

Femministe misero in giro la calunnia, smentita da Amnesty International, secondo cui “la violenza maschile è la prima causa di morte per le donne da 16 a 45 anni”. In America è in corso un ulteriore tentativo, che coniuga l’odio di genere contro gli uomini con l’odio razziale contro i neri: ora “la violenza del partner è […]

Leggi tutto...

L’utopia femminista nella Svezia rosa

on by SilvioA in Senza categoria, Comments (0)

[Articolo tratto da Repubblica del 6/11/05 di Concita De Gregorio] Un neopartito delle donne dove ha prevalso l’ala oltranzista, gay e transessuale, che ora punta a “distruggere l’ordine patriarcale”. Nel programma anche una tassa da imporre ai neonati maschi. IDEOLOGIE ESTREME: IL REPORTAGE Qui le signore siedono nelle poltrone di comando in politica e negli […]

Leggi tutto...