Le donne sono più credulone degli uomini?

Per osservazione, le donne risultano essere più credule, superstiziose e impressionabili degli uomini. Non so perché.

Aromaterapia, omeopatia, terapia dei fiori, diete per liberarsi del karma, agopuntura spirituale (e non medica)… tutte cose che fanno proseliti fra le donne.

Quand’è l’ultima volta che avete letto l’oroscopo? Io conosco donne laureate e dottorande che affidano la loro intera esistenza alle vaccate di un Paolo Fox qualunque. E poi, basta sfogliare una rivista femminile per rendersi conto che ogni pagina è piena di annunci di numeri 899 della maga o della fattucchiera che fa i tarocchi d’amore… cosa che non si verifica in una rivista di motori o di calcio.
Anche i guaritori e i medium da Striscia la Notizia attraggono prevalentemente donne.

Qui dalle mie parti, molte madri, anche di classi sociali insospettabili, portano i loro figli da donne anziane per far togliere ai pargoli l'”affascinatura”, ergo per eseguire un ridicolo rituale in cui viene versata una goccia d’olio in dell’acqua e poi viene recitata una specie di blasfema preghiera… l'”affascinatura”, detto d’inciso, è provocata dallo sguardo delle zitelle invidiose dei figli altrui e causa mal di testa…

Conosco moltissime donne che giurano e spergiurano che toccare le piante mentre si ha il ciclo le fa seccare, così come fare la salsa di pomodoro in “quei giorni” la fa inacidire, montare la panna la fa smontare e toccare l’argento lo fa opacizzare.

Per non parlare dell’enorme compendio di superstizioni sulla gravidanza e l’infanzia, tutto femminile: dai vari metodi per determinare il sesso del nascituro, dalle fasi lunari al “calendario maya” alla forma della pancia alle preferenze alimentari, alle “voglie” e fregnacce varie.

Infine, la religiosità. A me sembra che le donne religiose lo siano in maniera diversa dagli uomini.
Per molte di loro la religiosità sembra essere da presepe: angeli buoni, madonnine sorridenti, santi-popstar (c’è san Pio da Pietralcina che fa strage di pie donne), Gesù Bambini, quadretti, crocifissi, calendari del santo, statuette, acqua sacra ovunque, viaggi turistici a Lourdes, scene sacre condivise su Facebook sotto l’imperio del “Se ci credi condividi!”… concezione della religione piuttosto leziosa e ben poco filosofica. (Non che gli uomini siano migliori in questo campo, sia detto…)

Nella storia, tutte le “visionarie” invasate sono state donne, dalla Pizia alle profetesse di Medjugorie, così come i vari soggetti umani che girano per i programmi alla Voyager.

Le donne ricorrono di più alla magia: Donne: 51% – Uomini 38% – Adolescenti 11%

Ogni volta che cerco di spiegare a qualche ragazza perché sia sbagliato seguire certe fesserie la risposta è sempre la solita, disarmante: “Mi piace crederci”. Non è vero ma ci credo. Tutte. Senza eccezioni. Rispondono tutte così.

La maggior parte delle fattucchiere sono donne. Che il più delle volte non sono soltanto delle imbroglione ma credono veramente in quello che fanno.

Le donne sono anche molto più disciplinate degli uomini. Si attengono alla regola e non la interpretano.

C’è solo un caso in cui trovo gli uomini più coinvolti: UFO, complotti mondiali, mostri nascosti. Cioè quando si esce dal campo spirituale ed interiore per entrare in quello scientifico ed esteriore. Infatti gli uomini reagiscono, quando si discute, con argomenti più solidi: dimostrami che non è vero, ma guarda è così, ci sono queste prove… senza richiudersi nel “mi piace crederci”. Mah.

È per questo atteggiamento che la stragrande maggioranza del progresso umano è dovuto alle scoperte di uomini, mentre il femminismo, specialmente quello lesbo-separatista, è degenerato in folle di odio anti-maschile priva di qualunque base razionale?

Da una discussione su http://www.questionemaschile.org/forum/index.php?topic=4828.msg72249;topicseen#msg72249

Letto:2332
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.