Emergenza femminismo. Servono leggi speciali contro la calunnia.

Le false accuse sono ormai usate a tappeto nelle separazioni. Il femminismo, rifiutando il codice d’onore degli uomini, ha colto la giustizia impreparata e sviluppato vere e proprie associazioni a delinquere, finalizzate ad accusare falsamente gli uomini. Queste manipolatrici ed odiatrici di uomini, fingendo di parlare in nome delle donne e di difenderle, hanno ottenuto illiberali leggi anti-uomo.

Gli stati che hanno approvato tali leggi hanno visto un aumento delle violenze sulle donne e la distruzione delle famiglie, senza contare gli uomini che ormai rifiutano il matrimonio.

Le prime vittime sono i bambini, tanto che componenti del femminismo ormai degenerate in pedo-criminalità tentano di negare che l’alienazione genitoriale è un abuso sull’infanzia.

Così come sono state varate leggi speciali contro i reati di mafia, servono leggi speciali contro la pedo-criminalità femminista:

  • 1) Revoca della potestà genitoriale a chiunque ha fatto false accuse che hanno coinvolto bambini;
  • 2) Radiazione dagli albi professionali per chi ha sostenuto 3 o più false accuse che hanno coinvolto bambini;
  • 3) Revoca di qualunque beneficio o sostegno per chi faccia o abbia fatto false accuse.
  • 4) Fine dei processi femministi (ovvero processi nei quali uomini innocenti vengono condannati sulla base della sola parola di una accusatrice) e ritorno al giusto processo, nel quale la colpevolezza deve essere dimostrata sulla base di prove oggettive;
  • 5) Riconoscimento del particolare valore morale e sociale alle azioni delle vittime di false accuse che si facciano giustizia da sole nei confronti di chiunque abbia concorso, anche in veste professionale, a sostenere la falsa accusa.

 

Letto:2161
Questa voce è stata pubblicata in avvocati, Primo Piano. Contrassegna il permalink.