Diritto familiare: un disastro sociale senza precedenti

Gli avvocati matrimonialisti sembrano conoscere molto bene le condizioni drammatiche in cui si trova a vivere una importante fetta della popolazione italiana.

Come possiamo vedere nel clip video, è lo stesso presidente di una delle associazioni italiana di avvocati che si occupano prevalentemnente di separazioni, affidamento di minori e divorzi, a rilanciare l’allarme parlando di ben 800.000 uomini ormai ridotti alla soglia dell’indigenza (una parte di questi la soglia dell’indigenza deve averla presumibilmente e ampiamente superata) a seguito di separazione coniugale.

Ad oggi (31/07/2011), nonostante questa consapevolezza, non sembrano esistere né progetti né proposte da parte degli esperti di diritto di famiglia per far fronte ad un dramma sociale che ha le dimensioni di un genocidio.

Si tratta di uomini che, come riferisce lo stesso Avv. Gian Ettore Gassani nel videoclip, sono vessati sia psicologicamente che economicamente. Uomini che non ce la fanno. Uomini ai quali, oltre alla dignita’, è spesso impedito di vedere liberamente anche i propri figli.

Ribadiamo quindi la nostra domanda che riteniamo legittima. A parte i buoni propositi per le future separazioni, come intendono gli esperti di diritto familiare, in particolare gli avvocati matrimonialisti, dare risposta al dramma di 800.000 persone ?

———————–
http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/11_luglio_8/caritas-rapporto-pov…

«La separazione può costituire un evento critico scatenante l’impoverimento soprattutto degli uomini – si legge nello studio -, avvenendo in una fase della vita adulta che difficilmente può facilitare i percorsi di promozione e recupero e, soprattutto, in un momento di difficoltà economica per tutti».

Letto:1717
Questa voce è stata pubblicata in Archivio, Riflessioni e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Diritto familiare: un disastro sociale senza precedenti

  1. Simone scrive:

    Non per dire… ma se sono indigenti e ridotti a dormire sotto i ponti questo avvocato si meraviglia che qualcuno non riesca a pagare assegni?
    Ma ci faccia il favore: taccia!

  2. conny scrive:

    NON E’ SEMPRE COSì!!! GARANTISCO, IO NN HO KIESTO NULLA X ME SE NN IL TEMPO DI RIPRENDERE UN AUTONOMIA KE SPESSO LA GESTIONE DELLA FAMIGLIA TI TOGLIE……KI DARA’ A NOI MAMME LA POSSIBILTA’ A 37 ANNI DI RIMETTERCI IN GIOCO NEL DISASTRATO MONDO DEL LAVORO???? X FORTUNA IO HO UN “CARATTERACCIO” , MA TUTTE QUELLE DONNE KE HANNO SEMPRE E SOLO BADATO ALLA FAMIGLIA…..CHE FINE FARANNO?
    IO TESTIMONE KE SPESSO, TROPPO SPESSO, UN UOMO LASCIATO USA I BAMBINI COME “ARMA DI VENDETTA”….. MATURALMENTE ANKE I PARASSITI VANNO CONDANNATI!!!

I commenti sono chiusi.