5 x 1000 a “Telefono Azzurro”? No grazie!

In molti, iniziano a chiedersi cosa animi le battaglie e l’impegno di “Telefono Azzurro”, soprattutto in relazione alla campagna promossa sul web all’indirizzo http://www.azzurro.it .

Dietro questa associazione non avrebbe dovuto esserci SOLO e SOLTANTO l’interesse superiore del minore?

E invece, dagli ultimi spot pubblicitari volti a raccogliere il 5×1000 delle tasse degli italiani, scopriamo che l’Associazione (dichiaratamente a favore dell’infanzia) cavalcherebbe la logica femminazista della violenza di genere creando, in questo modo,

nuova e ulteriore violenza proprio in
danno dei minori che, ipso facto,
scoprono il proprio papa’ indicato
come potenziale soggetto violento.


Gli ideatori della campagna (nemmeno originale, del resto!) stanno loro stessi promuovendo uno stereotipo VIOLENTO contro tutte quelle persone che ormai hanno ben compreso che la violenza NON HA SESSO e che se esistono maltrattamenti questi possono provenire sia dalla mamma che dal papa’.

Vuole forse Telefono Azzurro spingere i bambini verso l’OMERTA’ nei confronti dei reati commessi dalla figura materna?

 

Una delle immagini della campagna “femminazista” che, come ci si può rendere conto,
intende GRATUITAMENTE CRIMINALIZZARE la figura maschile.

Le immagini girano in rete e indirizzano a Telefono Azzurro. Ci spiace che Telefono Azzurro, con questa spregevole iniziativa, si collochi tra le poche e vetuste associazioni ancorate alla “calunnia di genere”. Associazioni, insistiamo, che fanno proprie queste “emanazioni” sessiste razziste e mistificatorie per andare dietro, con tutta probabilità, a CONVENIENZE di vario tipo e che, soprattutto, sono totalmente estranee all’interesse dei minori.

Tale campagna merita solo una risposta ferma e decisa:

5 x 1000 a Telefono Azzurro?

No grazie!

 

Imvitiamo i responsabili della campagna diffamatoria nei confronti dei papa’ italiani a consultare anche i documenti reperibili qui

http://www.centriantiviolenza.it/

 

Quello che Telefono Azzurro con questa campagna sta facendo è grave anche perché NON AIUTA I BAMBINI a denunciare eventuali abusi subiti dalla figura materna. I bambini, infatti, avrebbero una loro innata difficolta’ a denunciare gli abusi materni come spiega Giovanna Botteri in questo filmato:

Abusi femminili sui minori. Un fenomeno sommerso in crescita esponenziale.


Fonte immagine http://www.azzurro.it/

Domain: azzurro.it
Status: ok
Created: 1996-01-29 00:00:00
Expire Date: 2011-09-29
Last Update: 2010-11-11 10:41:42
Registrant
Name: S.O.S Il Telefono Azzurro
Organization: S.O.S Il Telefono Azzurro
ContactID: SOSI50
Address: Via Marconi, 1
40121 – Bologna (BO) IT
Phone: +39.051225222
Email: telefonoazzurro@azzurro.it

 

Cosa succede a Telefono Azzurro ? Grave il danno economico che potrebbe derivare all’associazione dal mantenere una simile oscenità di genere. Di seguito l’opinione di Vittorio Vezzetti, responsabile scientifico dell’associzione Adiantum.

Immemore che nell’ultima relazione di Telefono Azzurro le chiamate per cattivi comportamenti genitoriali di origine materna superavano di gran lunga quelli di origine paterna“, afferma Vittorio Vezzetti – “guardate che combina il Professor Ernesto Caffo: cedendo ai luoghi comuni riconosce un solo sesso nella genesi della violenza e chiede persino dei soldi per aiutarlo in questa missione disinformativi. La violenza, invece, non ha genere“.

La campagna merita solo una risposta ferma e decisa:

5 x 1000 a Telefono Azzurro?

No grazie!

 


 

Letto:1929
Questa voce è stata pubblicata in Archivio, News, Primo Piano, Riflessioni. Contrassegna il permalink.

Una risposta a 5 x 1000 a “Telefono Azzurro”? No grazie!

  1. Andrea scrive:

    Telefono azzurro è uno dei pochissimi (se non l’unico) strumento che in genere un bambino conosce per segnalare abusi di ogni genere. Demonizzarlo e/o invitare a non donare il 5 per mille a causa di una campagna informativa nei confronti dei padri violenti è semplicemente segno di non conoscenza dei dati relativi (in percentuale) alle violenze gravi da parte dei genitori maschi nei confronti dei figli oltre che di evidente insensibilità: telefono azzurro non è un supermercato, non si può boicotta in questo modo. Ciò ovviamente non toglie che purtroppo esistono anche casi di violenze gravi da parte delle madri; motivo per cui sarebbe invece civile contattare telefono azzurro (ci sono mille indirizzi disponibili) o perché no, anche altre associazioni, segnalando i casi e invitando a fare campagne di sensibilizzazione anche nei confronti di questo problema.

I commenti sono chiusi.