TORNA L’ICI CON LE SUE “INGIUSTIZIE”

5Dic
Number of View: 1157

Ho un piccolo alloggio, una moglie dei figli, poi si sa succede che ci si separa.

Il piccolo alloggio anche se di mia proprietà viene assegnato a mia moglie perché il giudice decide impropriamente che lei è il genitore collocatario, il genitore collocatario non è previsto dalle norme attuali (art.155 e seguenti C.C.), ma in Italia si sa funziona così e un genitore diventa il visitatore dei figli, naturalmente se l’altro genitore favorisce le visite.

Il comma 3-bis dell’art. 6 del D. Lgs. n. 504 del 1992 stabilisce che “il soggetto passivo che, a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio, non risulta assegnatario della casa coniugale, determina l’imposta dovuta applicando l’aliquota deliberata dal comune per l’abitazione principale e le detrazioni di cui all’articolo 8, commi 2 e 2-bis, calcolate in proporzione alla quota posseduta.

In parole povere, il mio alloggio anche se non più abitato da me, sconta l’ICI come prima casa, del resto li ci abitano i miei figli, e sconta imposta come prima casa anche un immobile dato in uso gratuito ad un parente sino al terzo grado.

Passa un po’ di tempo, io non mi abbatto e accedendo ad un mutuo riesco ad acquistare un’altra unità abitativa, posso cosi offrire ai miei figli una situazione migliore nel poco tempo (il giudice ne da poco di tempo ai non collocatari) in cui i miei figli “mi fanno visita”.

Bisogna però precisare che l’assimilazione ai fini ICI con la prima casa (ora esenti) opera solo ove ricorrano le condizioni prescritte dal comma 3-bis dell’art. 6, del D. Lgs. n. 504 del 1992, e cioè che il coniuge non assegnatario della casa coniugale “non sia titolare del diritto di proprietà o di altro diritto reale su un immobile destinato ad abitazione situato nello stesso comune ove è ubicata la casa coniugale”.

In altre parole, se compro un posto nello stesso comune per stare vicino ai miei figli e cercare di fare il padre, per quanto possibile, allora pagherò l’ici come seconda casa sull’alloggio assegnato a mia moglie, se invece mi allontano dai miei figli e vado in un altro comune allora usufruirò  delle agevolazioni come prima casa.

Vengo quindi premiato se non faccio il genitore e punito se lo faccio.

M.P.
http://www.facebook.com/notes/maurilio-pavese/torna-lici-con-le-sue-ingistizie/2554215826177

 

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.

Hire PHP Developer India