Quando una adulta improvvisamente “ricorda” di essere stata abusata a tre anni

Un milione di dollari di risarcimento ai coniugi Johnson, che hanno accusato i terapeuti della figlia di averle impiantato false memorie di abusi, ottenendo dal Tribunale il risarcimento per i danni subiti.

La figlia, in cura, da adulta aveva improvvisamente accusato il padre di averla abusata quando aveva 3 anni e la madre di averla attaccata a coltellate ed entrambi i genitori di essere satantisti dediti all’infanticidio.

Il caso, conclusosi ora, scoppiò all’inizio degli anni 90.  Da allora molti sono stati i casi di false memorie.  Un altro caso coinvolse la figlia di Katie Spaunello, che accusò la madre ed il suo marito di averla abusata da piccola.  Risultò che le accuse partirono dopo che la figlia ebbe letto il libro “The Courage to Heal” della femminista E. Bass, che incoraggiava le donne con problemi emotivi a trovarne le cause in memorie di abusi infantili.  La madre ricorda che prima delle false accuse, poi ritrattate, la figlia si era unita ad un gruppo di “militanti femministe”.

[Fonte]

Number of View :2028
Questa voce è stata pubblicata in Archivio. Contrassegna il permalink.