Quei papà mostri costruiti a tavolino — il Giornale

Alcune onlus fingono di difendere l’infanzia ma sono associazioni a delinquere finalizzate alla costruzione di calunnie pedofile, spesso per conto di madri separate, a volte arrivando a tentare di negare che la devastazione che causano ai bambini sia un abuso.

Tali attività pedo-criminali erano già state menzionate dalla dott. Jolanda Stevani su PsicologiaContemporanee, nell’articolo “Quando il papà non è un orco”:

Si sta assistendo ad un proliferare di accuse infamanti, molte delle quali risultano poi essere false. E se alcune di queste sono attribuibili alla Sindrome della Madre Malevola, dettate cioè da un bisogno patologico della ex moglie di punire l’ex marito cercando di alienargli i figli, o alla Sindrome di Alienazione Genitoriale (PAS), altre invece sembrano rispondere ad una vera e propria strategia offensiva usata con superficialità e incoscienza nelle cause di divorzio. Pur di “vincere” non si tiene infatti conto dei danni che si possono arrecare ai figli, i quali si sentono in colpa se indotti a testimoniare contro il genitore e sminuiti e umiliati all’idea di avere un padre indegno […]   alcuni professionisti dell’età infantile tendono a colludere con i genitori nel produrre accuse infondate.

 

Number of View :2895
Questa voce è stata pubblicata in Pedo-calunniatrici. Contrassegna il permalink.