Gli abusologi: cosa sono

Moderni untori che contaminano bambini coinvolgendoli in false accuse di pedofilia, arricchendosi devastando le loro piccole vite,  indotti ad accusare persone innocenti di abusi inesistenti.

Bassa Modenese,  Brescia, Rignano Flaminio: l’Italia è l’unico paese dove si sono verificate ben tre esplosioni di follia collettiva di questa moderna caccia alla strega.

Come dice una maestra falsamente accusata, la causa di queste tragedie sono i

“fomentatori d’odio  …   falsi periti che firmano qualsiasi ignominia … l’orrore della totale impunità di chi ha agito in palese mala fede, lasciato libero di colpire nuovamente”.

In una parola, gli ABUSOLOGI.

Poi, una miriade di casi meno noti: Basiglio, la piccola Viola,  Angela L., la famiglia suicida di Sagliano, Alessandra B.,…

Centinaia di bambini devastati,  decine di bambini strappati a famiglie falsamente accusate e messi in orfanotrofi da 200€ al giorno, persone che si sono suicidate o sono morte, madri che hanno cercato riparo all’estero per proteggere i propri bambini,  ragazzi che da maggiorenni hanno raccontato i metodi che hanno subito da bambini per usarli in false accuse; risarcimenti che non risarciscono una vita persa; le condanne subite dall’Italia presso la Corte Europea dei Diritti Umani.

E poi il grosso: l’80% di persone accusate di pedofilia oggi sono papà separati, che risultano innocenti nel 96% dei casi.

Numeri che testimoniano il ricorso sistematico della calunnia per usare la magistratura come strumento di abusi sull’infanzia, per strappare i bambini ai loro affetti.

Calunnie costruite da associazioni originate dal femminismo che odia gli uomini, degenerate in associazioni a delinquere: il core-business degli abusologi sono le false accuse di pedofilia finalizzate a sottrarre bambini dai papà separati.   Secondo gli esperti, le calunnie hanno quasi tutte le stesse caratteristiche: preferiscono usare bambini piccoli, da 2 a 5 anni, che non presentano alcun segno di violenza, coinvolti in separazioni conflittuali in cui i nonni spesso assumono un ruolo decisivo.

Le prime vittime sono i bambini: la pedo-calunnia può causare psico-patologie sovrapponibili a quelle causate da abusi reali.

Mentre la paura dell’orco è qualcosa che fa chiudere fuori della porta di casa, la paura di questi signori degli abusi legalizzati è problema ammantato di legalità e tollerato: le elucubrazioni di menti malate, di folli perversi, privi di moralità, equilibrio e pudore entrano nelle aule dei Tribunali.

E questi Signori del Male possono agire indisturbati: nessuno riesce a fermarli perché fingono di difendere i bambini che abusano.

In Francia hanno fermato l’avvocata che usava a tappeto le false accuse di pedofilia.

In Canada hanno chiuso il centro che esponeva i bambini a materiale sessuale ottenendo false accuse di pedofilia.

In Italia nessun abusologo ha ancora pagato personalmente.

Alcuni lo fanno per soldi — un solo bambino può rendere centinaia di migliaia di € a chi si fa pagare per “difenderlo” — altri per propri squilibri mentali o perversioni.  Come scriveva Gardner:

“Alcuni degli avvocati che “difendono” i bambini vogliono solo gratificare il proprio desiderio sessuale e le proprie tendenze sadiche attraverso l’operato nelle cause di abusi sessuali”

E poi la feccia della feccia dell’aberrazione: abusologi che cercano di negare che anche l’alienazione genitoriale è un abuso sull’infanzia.  Perché se i bambini venissero protetti nessuno più pagherebbe gli abusologi per costruire pedo-calunnie e per alienare i bambini.   Uno di questi negazionisti che fingono di proteggere i bambini è stato colto in flagrante nel corso di una retata anti-pedofilia e si trova oggi in carcere con condanna definitiva.

Ovviamente ci sono anche esperti di abusi che lavorano seriamente per proteggere i bambini, e che non vanno confusi con gli abusologi.

Number of View :938

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*