Bimba tolta ai genitori: il Comune pagherà

Si sono recati all’asilo per prendere la figlia di cinque anni ma è stato detto loro che la piccola era stata allontanata da casa perché probabile vittima di attenzioni particolari all’interno del nucleo familiare. Un sospetto che avrebbe potuto distruggere una famiglia di Nova Milanese, rivelatosi infondato. Per due genitori l’incubo è iniziato nel maggio 2004 quando l’amministrazione firmò un’ordinanza per allontanare la bimba da casa. Per sei mesi la bambina ha vissuto lontano da mamma, papà e fratellino che si sono sempre battuti per dare prova dell’infondatezza delle accuse, dimostrata poi da una perizia del tribunale. La piccola ha così potuto finalmente tornare nella sua casa.
Nei mesi scorsi la sentenza di primo grado del Tribunale di Monza, sezione di staccata di Desio, ha sancito l’innocenza dei genitori condannando il comune di Nova a corrispondere alla famiglia, a titolo di risarcimento, 258mila euro.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/milano/bimba_tolta_genitori_comune_paghera/10-04-2008/articolo-id=253726-page=0-comments=1

(Riprendiamo comunque l’articolo anche se non specifica se abusologi siano coinvolti in questa vicenda).

Number of View :1663
Questa voce è stata pubblicata in Risarcimenti. Contrassegna il permalink.